Erasmus Plus 2018-2020: Pensiero digitale e pensiero critico in contesto interculturale

News Erasmus+

Il progetto Erasmus Plus 2018 – 2020 “Pensiero digitale e pensiero critico in contesto interculturale”  vuole implementare, valorizzare e diffondere sul territorio buone prassi sul tema della cittadinanza attiva e della valorizzazione delle differenze (non solo culturali, in un’ottica di didattica inclusiva à tout court). Attraverso un utilizzo consapevole delle tecnologie ci si pone come obiettivo la maturazione nei discenti di pensiero critico, capacità riflessiva e di sensibilizzazione interculturale.

La piattaforma eTwinning diventa imprescindibile per preparare, condividere e monitorare l’andamento e la realizzazione del progetto.

Le attività previste guideranno al raggiungimento degli obiettivi grazie a momenti di docenza e sperimentazione delle nuove tecnologie affiancati da soggiorni all’estero (mobilità transnazionale).

Sono coinvolti i seguenti istituti: Liceo Statale Enrico Medi (capofila), IES Sevilla la Nueva, Röntgen-Gymnasium Würzburg e Gymnasium Dinkelsbühl.

Docenti del nostro Istituto coinvolti nel progetto:

Ballerini Maria Cristina – Costa Sara – Grandi Laura – Heppner Gudrun – Rodriguez Burch Nuria – Puentes Larissa – Rama Marino

La piattaforma ufficiale per le attività degli studenti coinvolti nel progetto è la piattaforma europea eTwinning.

SLIDE DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO IN LINGUA INGLESE:

ATTIVITA’ IN CORSO

Il nostro Progetto Europeo:

DIGITAL AND CRITICAL THINKING IN INTERCULTURAL BACKGROUND

Pensiero digitale e pensiero critico in contesto interculturale

Il nostro Liceo è stato selezionato come beneficiario Erasmus+ per la realizzazione del progetto Pensiero digitale e pensiero critico in contesto culturale, che copre gli anni scolastici 2018-2019 e 2019-2020.

Contesto

Il progetto nasce dall’esigenza dell’istituto “Liceo Statale E. Medi” con sede in provincia di Verona di potenziare le competenze dei propri alunni in campo digitale e di ampliare la riflessione sul tema della cittadinanza attiva e responsabile in un clima di interculturalità, tenuto conto della necessità di sviluppare un critical thinking per un approccio consapevole alla diversità (non solo culturale), all’altro da sè nella sociale attuale. Il Liceo ha già all’attivo n. 4 scambi culturali.

Coerentemente con quanto propone, il nostro istituto ha maturato esperienza e competenza (expertise) in due particolari ambiti:

– cittadinanza e costituzione, in quanto la nostra scuola è istituto capofila di quaranta scuole della provincia di Verona della Rete “Cittadinanza, Costituzione e Legalità” – cfr. www.scuolaveronese.it

– scuola digitale, in quanto la nostra scuola aderisce attivamente al piano triennale di formazione nel contesto del Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) del MIUR (L.107 del 13 luglio 2015) – cfr. https://www.liceomedivr.gov.it/offerta-formativa/piano-nazionale-scuola-digitale/

Nel PTOF dell’Istituto si legge:

Obiettivo A: Valorizzazione e potenziamento delle competenze linguistiche

Obiettivo C: Potenziamento delle metodologie laboratoriali e delle attività di laboratorio- Sviluppo delle competenze digitali, all’utilizzo critico e consapevole delle TIC (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione – Information and Communications Technology)

Partecipanti

Al progetto prenderanno parte circa 135 alunni per anno scolastico (totale: 270) di età compresa tra i 12-17 anni di nazionalità italiana, tedesca e spagnola con rispettivi docenti accompagnatori.

Gli studenti appartengono a quattro diversi istituti: uno con sede in Italia (coordinator), due con sede in Germania e uno con sede in Spagna.

I genitori degli studenti saranno coinvolti in particolare nel periodo di ospitalità previsto da ciascuno scambio culturale.

Obiettivi

Tramite un percorso di utilizzo pratico delle TIC (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione – Information and Communications Technology), gli obiettivi che ci poniamo come istituti sono:

  • promuovere relazioni autentiche e positive non solo all’interno di una classe o all’interno dell’ambiente dell’istituto liceale, ma nel contatto con il “diverso”, sia culturale che di altra natura;
  • approfondire la conoscenza dei principali aspetti socioculturali della lingua straniera come un mezzo per comprendere la diversità;
  • metacognizione: approfondire la conoscenza di se stessi e della propria identità culturale, presupposto per una comunicazione interculturale e per sapersi inserire in modo consapevole nella vita sociale, ivi inclusa la vita sociale digitale (social media);
  • sperimentare forme e modalità di esercizio di cittadinanza responsabile e attiva anche nella gestione della comunicazione e dell’informazione in ambienti virtuali;
  • promuovere il confronto culturale e la valorizzazione della diversità;
  • riflettere sulla relatività culturale con maggior empatia.

Descrizione delle attività

Le attività si sviluppano intorno ai periodi di mobilità linguistica previsti (n. 3 annuali) e guideranno al raggiungimento degli obiettivi chiave di utilizzo consapevole delle TIC e cittadinanza attiva e responsabile grazie a momenti di sperimentazione, a distanza e non, delle nuove tecnologie (tra cui possibili attività di peer to peer e peer teaching).

Con l’ausilio delle stesse TIC le scuole coinvolte condurrano parallelamente riflessioni sul tema della globalizzazione, dell’economia su scala mondiale e su come la realtà attuale abbia necessariamente una natura interculturale e poliedrica.

Prenderanno parte al progetto sia docenti che alunni.

Per ogni anno scolastico viaggeranno 3 abbinamenti di gruppi di studenti (tre italiani, uno spagnolo e due tedeschi).

La proposta è pensata per consentire alle alunne e agli alunni di vivere i valori fondanti dell’interculturalità attraverso l’esperienza diretta con le/i loro partner, l’ospitalità, l’interazione nell’ambiente straniero, la quotidianità in famiglia. Lo scambio culturale è inteso quindi come pratica culturale in piena immersione.

Metodologia

La metodologia sarà di natura fortemente interattiva: gli alunni faranno esperienza attiva dell’utilizzo consapevole delle TIC con la produzione di manufatti di natura digitale.

La cornice culturale degli scambi linguistici permetterà un peer to peer  tra coetanei di diversa nazionalità.

Prima, durante e dopo i periodi di mobilità le TIC saranno utilizzate dai docenti come uno tra gli strumenti efficaci per guidare una riflessione esplicita sulle relazioni tra i nativi e la cultura di volta in volta target attraverso un approccio di tipo comparativo, riflessivo e critico.

Risultati, impatto e benefici a lungo termine

I risultati concreti che ci poniamo di raggiungere riguardano:

– un utilizzo più consapevole delle TIC (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione – Information and Communications Technology), verificabile con la valutazione dei prodotti creati dagli alunni;

–  un alto grado di competenza nei discenti di capacità critica, ovvero di riflettere sulla diversità, scegliendo una modalità di pensiero critico che non si pieghi a pregiudizi e stereotipi e che abbia ripercussioni sul benessere di ogni singolo nella dimensione di gruppo. superamento di interferenze/fraintendimenti interculturali nella realtà di integrazione quotidiana;

  • maggior empatia e curiosità;
  • migliore competenza comunicativa;
  • maggiore conoscenza delle diverse culture e loro interpretazione.

Il partenariato strategico è previsto nel PTOF come parte integrante del percorso formativo nell’Indirizzo Linguistico per tutte le classi seconde e terze del Liceo Linguistico. Il Liceo intende proseguire e ampliare gli scambi estendendoli anche agli altri indirizzi.

© 2016 - Liceo Statale E. Medi | Via Magenta 7/A -37069 Villafranca di Verona | CF 80014060232 | HTML5CSS

Accessibility