I giovani e la rete. Per un uso sicuro e responsabile di Internet / GENITORI E DOCENTI

La Rete è un’occasione educativa importante. In queste pagine cerchiamo di darci una mano a migliorare e valorizzare la ‘connessione’ con i nostri figli e alunni.

(materiali tratti dal Progetto MIUR generazioniconnesse)

Video "Generazioni connesse": sicurezza in rete

Video-presentazione del Safer Internet Centre italiano.
Il Progetto GENERAZIONI CONNESSE nasce per promuovere un uso sicuro e responsabile di Internet e dei Nuovi Media da parte dei più giovani. Progetto coordinato dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) e co-finanziato dalla Commissione Europea.

Approfondimenti

MANUALE “Studenti e Rete. La cassetta degli attrezzi per insegnanti e genitori” di Giulia Mura e Davide Diamantini: prodotto del lavoro del gruppo di ricerca “Dimensione etica della competenza digitale”, creato nel 2014 dall’unione di AICA (Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico), Università degli Studi di Milano-Bicocca e Telefono Azzurro.

Io clicco sicuro – Con ECDL puoi!: Progetto per gli studenti attivato da MIUR – AICA – IoStudio – Carta dello Studente

Generazioni Connesse: progetto cofinanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma Connecting Europe Facility – Telecom; ha come obiettivo educare e sensibilizzare all’uso positivo e consapevole di Internet, dei nuovi media e tecnologie. In collaborazione con AICA e il Safer Internet Centre italiano.

Safer Internet Centre Italia: punto di riferimento a livello nazionale sulle tematiche relative alla sicurezza in rete e al rapporto tra giovani e il web, coordinato dal MIUR, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, in partenariato con Ministero dell’Interno – Polizia Postale e delle Comunicazioni, Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, Save the Children Italia, Telefono Azzurro, Università degli Studi di Firenze, Università degli studi di Roma “La Sapienza”, Skuola.net, Cooperativa E.D.I., Movimento Difesa del Cittadino e AICA.

A seguire: sintesi dei consigli per i ragazzi

(dal sito generazioniconnesse)

Un progetto MIUR, in partenariato col Ministero dell’Interno-Polizia Postale e delle Comunicazioni, l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, Save the Children Italia, Telefono Azzurro, Università degli Studi di Firenze, Università degli studi di Roma “La Sapienza”, Skuola.net, Cooperativa E.D.I. e Movimento Difesa del Cittadino.

La pagina completa dei link è disponibile anche nella sezione STUDENTI di questo sito.

Pericoli nel web? Segnalali!

Il servizio Hotline di Safer Internet Centre si occupa di raccogliere e dare corso a segnalazioni, inoltrate anche in forma anonima, relative a contenuti illegali/dannosi diffusi attraverso la rete. I due servizi messi a disposizione dal Safer Internet Center sono il “Clicca e Segnala” di Telefono Azzurro e “STOP-IT” di Save the Children. Una volta ricevuta la segnalazione, gli operatori procederanno a coinvolgere le autorità competenti in materia.

Webserie sulla sicurezza in rete

Guarda cosa succede ai protagonisti della WEBSERIE di generazioniconnesse.

Si chiama ‘Sexting’ l’invio di immagini “spinte” tramite computer e telefonini. Spesso molti ragazzi ritraggono se stessi senza vestiti o in atteggiamenti molto sexy. Purtroppo è un’abitudine sempre più diffusa.

Può portare a conseguenze molto gravi e difficili da gestire. Leggi tutta la pagina.

Imparare a gestire la propria privacy è il vero segreto della navigazione sicura. Chi impara a farlo difficilmente avrà sorprese. Leggi tutta la pagina.

Se capisci che un tuo amico o una tua amica si trovano in un problema serio legato a internet, prova ad aiutarli: può davvero essere importante. Può servire a farli sfogare o a capire meglio la situazione. Puoi tirarli fuori da un brutto guaio o aiutarli a farsi aiutare da un adulto.

Anche se sei in dubbio sulla gravità della situazione, parlagli, cerca di capire il problema e agisci di conseguenza. Leggi tutta la pagina.

Hai bisogno di aiuto?

La linea di ascolto 1.96.96  e la chat di Telefono Azzurro accolgono qualsiasi richiesta di ascolto e di aiuto da parte di bambini/e e ragazzi/e fino ai 18 anni o di adulti che intendono confrontarsi su situazioni di disagio/pericolo in cui si trova un minorenne. Il servizio di helpline è riservato, gratuito e sicuro, dedicato ai giovani o ai loro familiari che possono chattare, inviare e-mail o parlare al telefono con professionisti qualificati relativamente a dubbi, domande o problemi legati all’uso delle nuove tecnologie digitali e alla sicurezza online.

La Helpline 1.96.96 è attiva 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno; la chat dal lunedì al venerdì (8-22) e sabato/domenica (8-20). Entrambe forniscono un aiuto immediato e competente su questioni quali:

– Uso sicuro di Internet e dei social network

– Adescamento online/grooming

– Pedopornografia

– Cyberbullismo

– Sexting, pornografia e sessualità online degli adolescenti

– Gioco d’azzardo online

– Violazione della Privacy

– Furto di identità in rete

– Esposizione a contenuti nocivi online

– Dipendenza da Internet

– Esposizione a siti violenti, razzisti, che invitano al suicidio o a comportamenti alimentari scorretti (pro-anoressia e pro-bulimia)

– Dipendenza da shopping online

– Videogiochi online non adatti ai ragazzi

Ci sono adulti, purtroppo, che usano internet per conoscere ragazzi o ragazze, mentire, conquistare la loro fiducia, e sfruttare la situazione nei modi peggiori.

Leggi tutta la pagina.

“Le regole del supernavigante”

Il cyberbullo o la cyberbulla usano telefonino e Internet per ferire e offendere altre persone. Lo fanno attraverso messaggi personali oppure post, condivisioni e altre azioni fatte per umiliare la vittima davanti al pubblico della rete.

Leggi i consigli per agire.

Internet, amicizie, sentimenti…
Manuale di sopravvivenza

Su internet puoi fare nuove amicizie, consolidare le vecchie, a qualcuno è capitato anche di innamorarsi. GALATEO DELLE AMICIZIE ONLINE

Gioco d’azzardo on line –  pagina con video rivolto ad adulti, ragazzi e ragazze, con dati derivanti dall’indagine conoscitiva Eurispes pubblicata a gennaio 2013. Leggi tutta la pagina.

Molte ricerche scientifiche dimostrano che la pornografia ha effetti sul modo di vedere il rapporto con se stessi e la relazione con l’altro. Leggi tutta la pagina.

© 2016 - Liceo Statale E. Medi | Via Magenta 7/A -37069 Villafranca di Verona | CF 80014060232 | HTML5CSS

Accessibilità