Consigli di Classe

Il processo educativo nella scuola si costruisce in primo luogo nella comunicazione tra docente e studente e si arricchisce in virtù dello scambio con l’intera comunità che attorno alla scuola vive e lavora. In questo senso la partecipazione al progetto scolastico da parte dei genitori è un contributo fondamentale. Gli Organi collegiali della scuola, che – se si esclude il Collegio dei Docenti – prevedono sempre la rappresentanza dei genitori, sono tra gli strumenti che possono garantire sia il libero confronto fra tutte le componenti scolastiche sia il raccordo tra scuola e territorio, in un contatto significativo con le dinamiche sociali. Tutti gli Organi collegiali della scuola si riuniscono in orari non coincidenti con quello delle lezioni
Il Consiglio di classe, ha il compito di formulare al collegio dei docenti proposte in ordine all’azione educativa e didattica e a iniziative di sperimentazione nonché quello di agevolare ed estendere i rapporti reciproci tra docenti, genitori ed alunni.
Fra le mansioni del consiglio di classe rientra anche quello relativo ai provvedimenti disciplinari a carico degli studenti.

COMPOSIZIONE del Consiglio di classe

Docenti di ogni singola classe
2 rappresentanti dei genitori
2 rappresentanti degli studenti

PRESIDENTE
Preside o docente da lui delegato che attribuisce ad uno dei docenti la funzione di segretario

DURATA
1 anno

I RAPPRESENTANTI DI CLASSE

All’inizio dell’anno scolastico i genitori eleggono o riconfermano i rappresentanti di classe.
I rappresentanti di classe sono tenuti a partecipare ai Consigli di classe.
Il rappresentante è l’intermediario tra i genitori e il Consiglio di classe. E’ portavoce di iniziative, problemi, proposte, necessità della sua classe presso il Consiglio e viceversa informa i genitori su quanto discusso e deciso nelle riunioni.

QUALI ARGOMENTI POSSONO ESSERE TRATTATI NELLE RIUNIONI DEI CONSIGLI DI CLASSE

Il comportamento degli studenti
L’impegno di studio e nell’attività didattica
Gli interessi, i problemi e le difficoltà dei ragazzi
I rapporti educativo-formativi tra alunni e docenti
L’organizzazione delle attività integrative e di sostegno per gli alunni in difficoltà
L’organizzazione delle attività  progettuali rivolte alla classe
Parere sull’adozione dei libri di testo
Le condizioni ambientali in cui si svolge la vita scolastica
NON POSSONO ESSERE TRATTATI CASI SINGOLI

  • Corso A-M
  • Corso B
  • Corso C
  • Corso D
  • Corso E
  • Corso F
  • Corso G
  • Corso H
  • Corso I
  • Corso L
  • Corso M

© 2016 - Liceo Statale E. Medi | Via Magenta 7/A -37069 Villafranca di Verona | CF 80014060232 | HTML5CSS

Accessibility